UNA TURCA BATTEZZATA A CORMONS

Dalla cronaca del Blasutic:

“Addì 15 febbraio 1609  – Catterina turca, et schiava del sognor Francesco (?) adulta, et inferma dimandando il sacro Battesimo, avendo già prima con segni evidenti dimostrata tal intenzione, andando volentieri in Chiesa, facendosi il segno di Santa Croce, dicendo l’orazione domenicale, la salutazione angelica, il Simbolo Apostolico (il Credo), adorando il Santissimo Sacramento, facendo riverenza alle immagini dei Santi, et altri segni cristiani, fu battezzata da me P. Matthia Cisilino vicario in letto per l’impotenza sua, et fu compadre Paolo (?) de Ruvigna (Rubignacco), et da Josepha moglie del signor Zuane Spadaro alla presenza di Antonio Monaco, Zuane Piergino clerico, et diversi altri. (Detta Catterina morì sei giorni dopo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *